Bambole reborn: quasi bambini veri

Bambole

Bambola Reborn: bambolotti che sembrano bambini veri Il fenomeno delle bambole reborn è relativamente recente: la tecnica di creazione per queste bambole che sembrano bambini veri è stata perfezionata sul finire del secolo scorso, ma ancor oggi la produzione è soggetta a cambiamenti e il campo è in continua evoluzione.
Le bambole reborn in silicone prendono il loro nome dall’inglese (reborn = rinato) e in effetti sono delle bambole che nascono una nuova volta, dopo esser passate per un processo artigianale che le rende bambolotti che sembrano veri fin nei minimi particolari.

Trattandosi di creazioni artistiche che richiedono una lavorazione spesso lunga e minuziosa, queste bambole in silicone possono giungere a costare anche parecchie centinaia di euro e accanto quindi all’impiego come giocattolo per bambini questi bambolotti neonati hanno presto trovato una nuova identità come fenomeni da collezione.
Si può quindi dire senta timore di smentita che le bambole reborn sono un regalo adatto a grandi e piccini.

I migliori della categoria

Prodotto suggerito n° 1
Sleeping doll Reborn

Prodotto suggerito n° 2
Sitting smiling doll

Prodotto suggerito n° 3
Viso sorridente

Prodotto suggerito n° 4
Grandi occhi azzurri

Le bambole reborn si distinguono in due gruppi principali, quelle che vengono create da bambole già esistenti, dalle quali bisogna gli strati di colori per prepararle per il processo e quelle che vengono prodotte sulla base di kit bambole reborn preparati per l’occasione, spesso creati da artisti in serie limitate.
Si procede quindi a ridefinire i dettagli sul volto e gli arti delle bambole utilizzando colori speciali, atossici, in grado di cristallizzarsi sul silicone.
Pian piano la bambola reborn comincia a prendere forma: vengono dipinte le varie sfumature di colore per imitare il classico rossore dei neonati, vengono aggiunte venuzze, imperfezioni e macchie della pelle, si aggiungono dettagli a mani e piedi e viene utilizzato un effetto bagnato su bocca e altri luoghi, in seguito vengono quindi cuciti i capelli, uno o due per volta, perfezionati gli occhi, che possono essere chiusi o aperti, e imitato anche il giusto peso per un neonato.

Per finire, ecco che la bambola che sembra vera viene vestita e riceve i giusti accessori per completare questa prodigiosa imitazione. Si tratta quindi di un grande investimento in termini di lavoro e per questi motivi i prezzi delle bambole reborn in vendita possono variare moltissimo, da poche decine di euro per i modelli meno definiti (ma comunque impressionanti per i dettagli) fino a migliaia di euro per gli esemplari più rari e ricercati.
Qui di seguito vi proponiamo quattro bambole reborn da comprare che, pur mantenendo alta la qualità, non hanno prezzi eccessivi e sono un regalo di gran pregio e sicuro effetto.

Berenguer, la neonata

Dotata del suo certificato di nascita, questa neonata è lunga 36 centimetri circa per un peso di poco più di un chilogrammo. Gran livello di dettaglio (osservate le pieghe su braccia e gambe) e vari accessori (copertina, braccialetto e vestitini) allegati alla confezione, tutto giocato sul colore rosa.

Sitting smiling doll

Qualità, delicatezza e grande attenzione alle selezioni delle materie prime per questo modello di bambole reborn silicone dall’acconciatura molto particolare. Nella confezione non ci sono accessori e gli abiti vengono scelti casualmente fra una grande selezione di abbigliamenti.
Peso netto di circa 1,3 chilogrammi per una lunghezza di 45 centimetri.

Sleeping beauty

Simile per qualità dei materiali e tipologia della manifattura a Sitting smiling doll, questa bambola reborn è priva di accessori ma ha una splendida espressione sognante.

Grandi occhi azzurri

Chiudiamo con questa splendida bambola reborn il cui nome dice già molto: realizzata in morbido phthalate-free vinile, ha testa, braccia e gamba mobili e, su tutto, uno splendido paio di occhi azzurri.

Data la peculiarità del processo di colorazione impiegato, le vere bambole reborn sono tutte perfettamente lavabili in quanto le vernici impiegate cristallizzano sul silicone e non sono quindi facili da asportare.